Ricercato
Informazioni che portano all’arresto di...

Qasim al-Rimi

Ricompensa fino a 10 milioni di dollari USA

Qasim al-Rimi era stato nominato emiro di Al-Qaida nella Penisola Arabica (AQAP) nel giugno 2015, dopo aver giurato fedeltà al leader di Al-Qaida Ayman al-Zawahiri e aver invocato nuovi attentati contro gli Stati Uniti. Al-Rimi aveva addestrato terroristi a un campo di al-Qaida in Afghanistan negli anni ‘90 e successivamente era tornato in Yemen, dove era divenuto un comandante militare di AQAP. Venne condannato a cinque anni di reclusione in Yemen nel 2005 per aver complottato l’assassinio dell’ambasciatore USA in Yemen, ma evase nel 2006. Al-Rimi venne collegato all’attacco del settembre 2008 all’ambasciata degli USA a Sana’a che procurò la morte di 10 soldati dello Yemen, quattro civili e sei terroristi. Al-Rimi è anche connesso al tentativo di attacco suicida del dicembre 2009 tentato da Umar Farouq Abdulmutallab con una “mutanda-bomba” a bordo di un aereo di linea diretto negli USA. Nel 2009 il governo dello Yemen lo accusò di gestire un campo di addestramento di al-Qaida nella provincia di Abyan dello Yemen.

Il 7 maggio 2017 con una registrazione video incoraggiava i sostenitori residenti in paesi occidentali a realizzare attacchi “facili e semplici” e elogiava Omar Mateen che aveva ucciso 49 persone in un attentato in una discoteca di Orlando, in Florida nel giugno 2016.

Nel maggio 2010, il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha designato Al-Rimi Terrorista Globale Designato Specificamente (SDGT) ai sensi dell’Executive Order 13224. Nel maggio 2010, al-Rimi venne aggiunto all’elenco consolidato delle Persone associate con Al-Qaida/ISIL Nations (UN) 1267. La ricompensa iniziale di 5 milioni di dollari venne annunciata il 14 ottobre 2014.

Foto addizionali

Qasim al-Rimi
al-Rimi and Batarfi English PDF
al-Rimi and Batarfi Arabic PDF
AQAP English PDF
AQAP Arabic PDF