Atti di terrorismo
Informazioni su...

Attentati del 2008 a Mumbai

Mumbai, India | 26-29 Novembre 2008

Dal 26 al 29 novembre del 2008, dieci terroristi addestrati dalla organizzazione terroristica pakistana Lashkar-e-Tayyiba (LeT), hanno eseguito una serie di attentati coordinati contro vari obiettivi a Mumbai, India, tra cui agli alberghi Taj Mahal, Oberoi, Leopold Café, alla Nariman (Chabad) House e alla stazione ferroviaria Chhatarapati Shivaji Terminus uccidendo circa 170 persone.

Durante l’assedio, durato tre giorni, vennero uccisi sei cittadini americani: Ben Zion Chroman, Gavriel Holtzberg, Sandeep Jeswani, Alan Scherr, la figlia di quest’ultimo Naomi Scherr, e Aryeh Leibish Teitelbaum.

Il programma Rewards for Justice offre una ricompensa di fino a 5 milioni di dollari per informazioni sugli individui responsabili di questi attentati. I membri principali di questi cruenti attacchi sono ancora latitanti, e le indagini sono tuttora in corso. La ricompensa viene offerta riguardo a tutti gli individui che sono responsabili di questo atto di terrorismo.

David Coleman Headley e Tahawwur Rana sono imputati presso un tribunale distrettuale federale degli Stati Uniti per favoreggiamento delle attività terroristiche di LeT. Nel gennaio 2013 Headley, un cittadino statunitense di origine pakistana, è stato condannato a 35 anni di reclusione per una dozzina di reati federali in materia di terrorismo, connessi con il suo ruolo di pianificazione degli attentati a Mumbai del novembre 2008, e di un successivo attentato contro una testata giornalistica in Danimarca. Nel marzo 2010 si è dichiarato colpevole di tutti i dodici capi di accusa presentati contro di lui, compreso il favoreggiamento dell’omicidio di sei cittadini statunitensi. Headley è stato condannato per associazione a delinquere diretta a eseguire attentati dinamitardi in luoghi pubblici in India, per uccidere e lesionare persone in India, sei capi di accusa per favoreggiamento dell’assassinio di cittadini statunitensi in India; associazione a delinquere diretta a fornire supporto logistico al terrorismo in India e assassinare persone in Danimarca, fornire supporto logistico al terrorismo in Danimarca e associazione a delinquere diretta a fornire supporto logistico a LeT. Rana è un cittadino canadese amico di Headley che è stato condannato a 14 anni di reclusione per associazione a delinquere diretta a fornire supporto logistico a attentati in Danimarca e fornire sostegno logistico a LeT. Nel giugno 2011, Rana venne assolto dall’accusa di aver fornito supporto logistico per gli attentati terroristici del novembre 2008 a Mumbai ma venne condannato per la partecipazione a un attentato contro una testata giornalistica in Danimarca e per aver fornito supporto logistico a LeT.

Anche le persone indicate di seguito sono state anche incriminate in un tribunale federale statunitense:

  • Sajid Mir – “che ha aiutato” David Headley e altri a pianificare, preparare, ed eseguire attentati per conto di LeT
  • Major Iqbal – che mentre era residente in Pakistan ha partecipato alla pianificazione e finanziamento degli attacchi eseguiti da LeT
  • Abu Qahafa – associato con LeT che mentre risiedeva in Pakistan che ha addestrato altri in tecniche di combattimento da usare in atti di terrorismo
  • Mazhar Iqbal, noto anche come Abu al-Qama – e uno dei comandanti del gruppo LeT residente in Pakistan

Foto addizionali

Mumbai Attacks - English PDF
Mumbai Attacks - Baluchi PDF
Mumbai Attacks - Hindi PDF
Mumbai Attacks - Pashto PDF
Mumbai Attacks - Urdu PDF