Successi conseguiti

Edgar Navarro

Deceduto

Nel febbraio 2003, Thomas Howes, Keith Stansell e Marc Gonsalves furono presi come ostaggi dal FARC quando il loro aereo statunitense precipitò nella giungla colombiana. Nel contesto di un’operazione di sequestro di persona, il FARC e i suoi cospiratori assassinarono due altre persone che si trovavano a bordo dell’aereo: il cittadino statunitense Thomas Janis e il sergente Luis Alcides Cruz, colombiano.

Il 19 ottobre 2003, Edgar Gustavo Navarro (noto come El Mocho), comandante della colonna mobile Teofilo Forero delle forze armate rivoluzionarie della Colombia (FARC), fu ucciso in uno scontro a fuoco con l’esercito colombiano. L’uccisione di Navarro fu resa possibile da tre informatori che, motivati dalla possibilità di una ricompensa, portarono i soldati colombiani al campo della colonna mobile Teofilo Forero che fu teatro dello scontro. Nell’aprile 2004, ciascun informatore ricevette 300.000 dollari per l’aiuto dato nel fornire le informazioni che portarono alla morte di Edgar Navarro. Navarro era sospettato di aver partecipato al sequestro dei tre americani menzionati in precedenza.

Dal 1997 il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha designato il FARC quale organizzazione terroristica estera. Il FARC intende opporsi con forza, violenza e altre attività criminali, ai paesi, governi e persone che non ne condividono le opinioni. Almeno dai primi anni ’60, il FARC è stato violentemente antiamericano e ha operato contro gli interessi degli Stati Uniti, dichiarando nel marzo 1998 che tutti i funzionari statunitensi erano obiettivi militari legittimi. Oltre al traffico di stupefacenti, il FARC opera tramite estorsione, sequestro e assassinio di cittadini americani che visitano per affari o lavorano in Colombia o nei paesi vicini.