Presentazione del programma

Il programma di ricompense antiterrorismo del Dipartimento di Stato negli Stati Uniti, RFJ (Rewards for Justice – Ricompense per la giustizia), è stato fondato dalla legge del 1984 per combattere il terrorismo internazionale con legge 98-533 (codificata nel Codice degli 22 Stati Uniti alla Sezione 2708). Gestita dall’Ufficio di Sicurezza Diplomatica del Dipartimento di Stato, l’obiettivo del programma è assicurare alla giustizia terroristi internazionali e impedire atti di terrorismo internazionale contro persone o beni statunitensi. Ai sensi di questo programma, il Segretario di Stato può autorizzare ricompense per informazioni che portino all’arresto o alla cattura di chiunque progetti, commetta, favorisca o tenti atti di terrorismo internazionale contro persone o beni statunitensi, i quali impediscano in primo luogo che tali atti si verifichino, ovvero che portino alla identificazione o localizzazione di un capo terrorista importante o che interrompano il finanziamento del terrorismo.

Dal 1984, anno in cui il programma Ricompense per la giustizia ebbe inizio, il Governo degli Stati Uniti ha pagato più di 150 milioni di dollari a più di 100 persone che hanno fornito informazioni utili all’arresto di terroristi o alla prevenzione di atti di terrorismo internazionale in tutto il mondo. Il programma ha svolto un ruolo significativo nell’arresto del terrorista internazionale Ramzi Yousef, che era stato condannato per l’attentato dinamitardo contro il World Trade Center nel 1993.

Per quanto la legge che regola il programma Ricompense per la giustizia sia mirata contro il terrorismo diretto contro cittadini statunitensi, gli Stati Uniti condividono le informazioni con altri paesi i cui cittadini sono in pericolo. Tutti i governi e tutti i cittadini hanno interesse ad assicurare alla giustizia i terroristi e a prevenire gli atti di terrorismo.