Ricercato
Informazioni che portano all’arresto di...

Abdullah Ahmed Abdullah

Ricompensa fino a 10 milioni di dollari USA

Abdullah è un importante capo di al Qaida nonché membro del consiglio della dirigenza di al Qaida, il “majlis al-shura”. Abdullah è un navigato esperto finanziario, facilitatore e pianificatore operativo di al Qaida.

Abdullah è stato processato e condannato da un gran giurì federale nel novembre 1998 per il suo ruolo nell’attentato del 7 agosto 1998 alle ambasciate degli Stati Uniti a Dar es Salaam, in Tanzania, e Nairobi, in Kenya. I bombardamenti sono costati la morte a 224 civili e hanno ferito altre 5.000 persone.

Negli anni ’90 Abdullah ha addestrato miliziani operativi di al Qaida e membri delle tribù somale che combattevano contro le forze statunitensi a Mogadiscio durante l’Operazione Restore Hope. Dal 1996 al 1998 ha condotto molti campi di addestramento di al Qaida in Afghanistan.

Dopo l’attentato all’ambasciata, Abdullah si è spostato in Iran sotto la protezione del Corpo della Guardia Rivoluzionaria Islamica dell’Iran (IRGC). Nel 2003 le autorità iraniane lo hanno posto agli arresti domiciliari insieme ad altri dirigenti di al Qaida. Nel settembre 2015 Abdullah ed altri importanti capi di al Qaida sono stati rilasciati dalla custodia iraniana in cambio di un diplomatico iraniano rapito in Yemen dalla stessa al Qaida.

Foto addizionali

Foto di Abdullah Ahmed Abdullah
English AAA and SaA PDF